Ma il Modal che tessuto è?

Ormai il mondo dei tessuti ha raggiunto una vastità tale da mettere in difficoltà anche chi lavora strettamente con questo settore. Grazie alla sintetizzazione dei materiali in laboratorio, ormai siamo riusciti a creare una fibra per ogni uso: anti-vento, impermeabile, per lo sport, per il lavoro, per dormire… e chi più ne ha, più ne metta! Questo, però, ha causato grande confusione nella mente dei consumatori che, alla vista di un nuovo nome, non possono che mettersi le mani nei capelli. Per fare un po’ di chiarezza, oggi abbiamo deciso di parlarti del Modal. Si tratta di una fibra artificiale di derivazione naturale, sempre più impiegata nel settore tessile e che è degna di nota per le sue straordinarie proprietà.

“È sostenibile? Come può essere impiegata? È semplice da lavare?”: continua a leggere, risponderemo a tutto questo e a molto altro! 

La materia prima: il faggio

pianta di faggio

Lo sappiamo, sembra essere difficile da credere, ma il Modal deriva direttamente dalla lavorazione della polpa del faggio. Si tratta di una pianta molto comune in Italia e dalla crescita rapida. Pensa che in un anno può alzarsi di almeno 50 cm (spesso molto di più, a seconda della zona)! Questo è uno dei motivi che la rendono adatta alla produzione di questo tessuto: favorirne la ricrescita dopo l’abbattimento è semplice. Il Modal, tuttavia, non è l’unico tessuto che viene prodotto a partire dalla polpa di alcune piante. Fra i tessuti artificiali di origine naturale troviamo il Bamboo, l’Orange Fiber, il Lyocell, il Bemberg e molti altri. Grazie alla particolare fibra del suo legno, il faggio, in seguito a lavorazioni chimiche e fisiche, è in grado di dare vita al Modal, un tessuto davvero super elastico e dalla morbidezza senza eguali!

Come viene prodotto il Modal?

Lavorazione del Modal

Il Modal, per diventare la fibra che conosciamo, deve passare attraverso diverse lavorazioni fisiche e chimiche. Il primo passo, dopo l’estrazione della polpa, è quello della triturazione. Qui il legno viene fatto passare sotto a decine e decine di lame che lo sminuzzano sempre più in pezzi piccolissimi. Dopo essere stato tagliato e lavato, il faggio viene sciolto da alcuni composti chimici, fino all’ottenimento di un liquido viscoso. A questo punto si può passare alla fase successiva, ovvero l’estrusione. È, quindi, arrivato il momento di “spingere” il liquido attraverso una sorta di trafila provvista di buchi piccolissimi, che porteranno alla creazione del filato di Modal. Una volta lavorato, questo verrà avvolto in bobine e poi consegnato alla fase di creazione del tessuto. Quest’ultimo si formerà in seguito all’intreccio magistrale del filato. Straordinario, no?

Il Modal è eco-sostenibile?

Se già ci conosci, sai quanto abbiamo a cuore questo aspetto. Potevamo, quindi, non parlarti della sostenibilità in relazione a questo tessuto? Assolutamente no, per questo ecco a te una spiegazione dettagliata, che abbiamo deciso di articolare per punti.

Utilizzo di acqua

Probabilmente sei arrivato in questo articolo chiedendoti: “Ma il Modal che tessuto è?”. Ciò che potresti chiederti ora, però, è: “La produzione del Modal è sostenibile? Quanta acqua potrebbe consumare?”. La risposta è: meno di quanto tu possa credere. Secondo alcune misurazioni, infatti, la produzione di Modal sarebbe più “economica” dal punto di vista idrico rispetto a tanti altri tessuti (sì, anche del cotone). Possiamo dire che, su questo singolo aspetto, è più sostenibile di altri tessuti.

Sostanze chimiche

Il Modal è pur sempre una fibra artificiale, derivata da lavorazioni fisiche e chimiche. Quest’ultime, ovviamente, richiedono l’impiego di sostanze che a volte vengono disperse nell’ambiente. Come distinguere un Modal prodotto più responsabilmente da un altro? Facendo attenzione alla certificazione “Oeko Tex”, che attesta che il materiale non è pericoloso per la salute e che nessuna sostanza chimica è stata volontariamente abbandonata nell’ambiente. 

Rimboschimento

Come abbiamo detto in precedenza, il Modal viene prodotto a partire dalla pianta di faggio che, fortunatamente, gode di un tasso di crescita veloce nei primi 30-40 anni di vita. Se i boschi da cui vengono prelevati gli alberi sono certificati FSC, allora di certo prevederanno un piano di rimboschimento. E se non sono certificati? Purtroppo non lo sapremo mai. 

Ma il Modal che tessuto è? Un tessuto davvero magico

tessuto modal

Eccoci arrivati a tutte le peculiarità che questo tessuto straordinario nasconde. Essendo derivato direttamente da Madre Natura, porta davvero con sé decine di caratteristiche che ti faranno pronunciare il fatidico “Sì, lo voglio!”. Pronto a scoprirle tutte? Iniziamo!

Morbido e super elastico

Le prime caratteristiche che saltano subito agli occhi (e alle mani) la prima volta che prendiamo in mano un capo prodotto in Modal sono di certo la morbidezza e l’estrema elasticità. Queste lo rendono adatto anche ai bambini, alle future mamme e a tutte le persone con una pelle particolarmente sensibile. Essendo in grado di adattarsi al corpo, garantisce la copertura di più taglie con un solo capo: fantastico, no?

Sempre brillante e vivace

Un’altra caratteristica del Modal è quella di avere una resa colori davvero straordinaria. Questo è uno dei motivi per cui troverai in commercio capi dalle tonalità incredibili. Il vero “plus”? Questo tessuto non si scolora nel tempo (o comunque lo fa molto più lentamente di altri). I tuoi capi in Modal, quindi sembreranno sempre nuovissimi!

Si asciuga in fretta e non necessita di stiratura

Lo sappiamo: leggendo questa caratteristica ti si sono illuminati gli occhi! Ebbene sì, il Modal, grazie alla struttura della fibra stessa, si asciuga velocemente e non fa pieghe. Potrai riporre il ferro da stiro nell’armadio da ora in poi!

Traspirante e termoregolatore

Altra caratteristica davvero importantissima: anche se si tratta di una fibra artificiale, il Modal mantiene alcune peculiarità dei tessuti naturali, ovvero quelle di essere traspirante e termoregolatore. Questo ti permetterà di non “puzzare” e di rimanere sempre a una temperatura consona. Dimentica la fastidiosa sensazione di bagnato!

Che cosa si può produrre con il Modal?

prodotti in modal

Come avrai già potuto capire, il Modal è un tessuto davvero molto versatile, che si presta bene per la produzione di capi di abbigliamento di ogni genere. Quello che non sai, forse, è che è perfetto per l’intimo. Scegliendo dell’intimo prodotto con la combinazione di fibre in cotone e in Modal, potrai stare asciutto e comodo tutta la giornata! 

Dai un’occhiata al nostro shop!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.