Romania, nuova frontiera. E il made in Italy?

Ecco tre tweet significativi:

  1. Nei primi 6 mesi del 2012 hanno aperto 657 imprese italiane in Romania. Perché è vicina, bassa fiscalità e parlano italiano.
  2. In questo momento in Romania ci sono 19.800 aziende italiane che operano (legalmente!)…
  3. Tassazione al 10% in Romania, 9% in Serbia… Bulgaria… ecco perché molte aziende italiane vanno all’estero. (Fonte Elena Farinelli, @nelli su twitter, 6 nov. 2012).

Noi abbiamo deciso di continuare a produrre la nostra biancheria intima “Full Made in Italy”, nonostante fortissimi svantaggi fiscali e burocratici.

Per quanto ancora? Molti imprenditori e piccoli artigiani come noi si sentono completamente abbandonati al proprio destino, dallo stato italiano – intendo.

Un quadro sintetico, sulla pressione fiscale in Italia e il confronto con gli altri paesi, si può trovare espresso chiaramente in questo grafico. L’Italia, naturalmente, è quella con la colonna del grafico più lunga.

Per questo motivo, per poter resistere al canto delle sirene rumene che si fa di giorno in giorno sempre più suadente, dall’anno prossimo aumenteremo leggermente i nostri prezzi. Certi che il rapporto qualità prezzo rimanga comunque tra i più convenienti, soprattutto considerato che noi siamo completamente, e orgogliosamente, Made in Italy!

* Aggiornamento 2017:

  • 750 imprese italiane registrate in Romania in 6 mesi nel 2017
  • oltre 20mila imprese italiane già sul territorio.

Sullo stesso argomento puoi leggere anche:

Made in Cotignola.

Made in… dove?

L’inganno del “Made in Italy”.

Commenti

  • Purtroppo non c’è nessuna legge che possa impedire questo. Se le ditte italiane non trovano più conveniente produrre in Romania, possono andarsene in qualsiasi momento. Poi la produzione come succede in tantissimi posti (anche per il governo) va affidata al miglior offerente.

  • Il problema irrisolto a livello comunitario è l’armonizzazione delle politiche fiscali ed economiche. Poi i più bravi vinceranno la competizione della concorrenza. Ma qui la corsa viene consentita tra auto di cilindrata troppo diversa, alcune leggere ed altre cariche di bagagli inutili…

  • Il problema irrisolto a livello comunitario è l’armonizzazione delle politiche fiscali ed economiche. Poi i più bravi vinceranno la competizione della concorrenza. Ma qui la corsa viene consentita tra auto di cilindrata troppo diversa, alcune leggere ed altre cariche di bagagli inutili…

  • Purtroppo questa è la realtà di un Paese sempre peggio governato.. La mia famiglia da quest’anno sceglie guardando attentamente il luogo di produzione di qualsiasi tipo di acquisto, dagli alimentari all’abbigliamento. È per questo che sono stata “costretta” a cercare su internet una soluzione per la biancheria intima trovando, fortunatamente, questo sito. Infatti, tra le marche che ho sempre acquistato nessuna produce in Italia. Per quanto ci sarà possibile (sono disoccupata da più di in anno) noi compreremo da Simplycris, avendo già verificato la validità dei prodotti. Continuate così. Buon lavoro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.